Self ordering al ristorante: smartphone VS totem

self ordering smartphone vs totem

Il trend del self ordering all’interno dei ristoranti è in continua evoluzione. A partire dai primi kiosk/totem con cui il grande pubblico ha iniziato a familiarizzare all’interno delle catene americane più famose come McDonald’s e Burger King, negli ultimi due anni i protagonisti dell’innovazione stanno spostando l’esperienza direttamente sugli smartphone dei clienti.

D’altronde tutti andiamo in giro con i nostri cellulari che nel frattempo sono diventati più grandi, più potenti e che soprattutto si sono trasformati nei nostri portafogli virtuali grazie ad una sempre maggiore adozione di sistemi di pagamento mobile come ApplePay, GooglePay e Satispay.

Avrete notato che McDonald’s di recente ha lanciato una campagna pubblicitaria incentrata sulla possibilità di ordinare e pagare, il cosiddetto self ordering, direttamente dal proprio smartphone comodamente seduti al tavolo. Con tanto di slogan non proprio originalissimo “Il tuo ordine a portata di mano”, McDonald’s abbraccia ufficialmente questa nuova modalità di ordini. Che siano i primi indizi di un generale spostamento di esperienza dai totem verso gli smartphone?

D’altronde i totem sono dei sistemi potenzialmente molto costosi da implementare e da mantenere. Dovesse McDonald’s registrare una preferenza da parte dei clienti dell’esperienza da cellulare, potrebbe decidere di limitare gli investimenti verso i totem.

Ma vediamo quali sono i pro e i contro di ogni tecnologia esaminando sia quelli per la clientela sia quelli per i gestori.

self ordering dal tavolo con lo smartphone

Self ordering da smartphone – PRO

  • Dal punto di vista dei ristoratori, richiede investimenti di implementazione molto bassi. Non richiede l’acquisto di nuovo hardware, salvo l’installazione di nuove stampanti qualora quelle possedute non fossero compatibili con il software prescelto. Senza dubbio, rispetto ai totem, non c’è partita. L’investimento necessario per iniziare è molto più basso;
  • È molto più semplice far iscrivere i clienti ad un’account o ad una newsletter. Fornendo ad esempio una sign-in tramite Google o Facebook, i clienti potrebbero registrarsi in pochi secondi. In un totem è molto più complicato lasciare i propri dati, senza contare che l’ansia di avere qualcuno dietro in fila non spingerebbe gli utenti a perdere tempo con attività al di fuori dell’ordinazione;
  • Sedersi direttamente al tavolo e poter ordinare senza fare fila è senza dubbio un vantaggio del self-ordering da smartphone, che consente ai clienti di sedersi e comodamente fare l’ordine;
  • Grazie ad una gestione del pagamento più personalizzata è possibile includere la possibilità del pagamento alla romana (split-payment).

Self ordering da smartphone – CONTRO

  • È senza dubbio un modo nuovo di ordinare a cui i clienti sono ancora poco abituati. Questa metodologia di ordini potrebbe generare dubbi e domande da parte della clientela. In particolare i clienti meno avvezzi alle tecnologie potrebbero storcere il naso di fronte a questa modalità di ordinazione;
  • Nel caso in cui lo smartphone non fosse legato ad un wallet come ApplePay, potrebbe risultare molto scomoda l’esperienza di dover digitare manualmente il numero della carta di credito.
self ordering da totem

Self ordering da totem – PRO

  • È una tecnologia matura a cui il grande pubblico è ormai abituato. Non è necessario formare la clientela;
  • I grandi schermi dei totem offrono ampi margini di personalizzazione e lo rendono perfetto per fornire maggiori informazioni ai clienti riguardanti up-sell e cross-sell con la possibilità di aumentare lo scontrino medio;
  • L’esperienza di pagamento è molto semplice.

Self ordering da totem – CONTRO

  • È un tipo di tecnologia molto dispendiosa, sia come costo di installazione sia come potenziali costi di manutenzione;
  • Come menzionato nel paragrafo del self-ordering da smartphone, è difficile fare iscrivere i clienti. Questo lascia meno spazio a opportunità di marketing mirato e di offerta personalizzata in base alle caratteristiche e alle preferenze dei clienti;
  • Una volta scelto un partner, si rimane molto legati a quella soluzione con potenziali disagi qualora dovessero emergere degli attriti.

Riassumendo i principali PRO e CONTRO di entrambe le tecnologie per il self ordering si evince come le principali differenze stiano nei costi di implementazione e nella maturità della tecnologia. Da smartphone possiamo trovare costi molto bassi e una tecnologia poco matura e conosciuta, dall’altro lato troviamo tecnologie molto costose e non alla portata di tutti, ma in compenso una tecnologia più matura e rodata.

I bassi costi per accedere alla tecnologia del self ordering da smartphone potrebbe essere il principale motivo che darà al trend del self ordering la possibilità di espandersi oltre le grandi catene. Potrebbe essere il modo di democratizzare questa tecnologia esportandola ai concept di ristorazione intuitivamente meno aperti a questo tipo di innovazione.

Un’ultima riflessione che potremmo porci è quella relativa all’impiego di entrambe le tecnologie. Non è certamente una scelta per tutti, ma McDonald’s dimostra come sia possibile adottare entrambe le tecnologie all’interno dello stesso ristorante attraverso un’interfaccia utente coerente tra le due versioni che lasci poco spazio a errori o incomprensioni da parte della clientela.

Cosa ne pensate? Trovate ci siano altri pro e contro di cui non abbiamo parlato?

Lo sai che con Dishcovery puoi far ordinare dal tavolo con lo smartphone, senza totem o kiosk? Richiedi subito la nostra funzione di self ordering Ordini da tavolo.
Hai bisogno di assistenza o vuoi richiedere maggiori informazioni su Dishcovery? Contattaci, ci fa sempre piacere fare una chiacchierata!

Articoli simili

Scopri i nostri consigli per avere un servizio di consegna impeccabile per aumentare i tuoi ordini online.
Il servizio di ordini e pagamenti digitali approda anche in spiaggia: rivoluziona il tuo stabilimento balneare.
Condividi su
Facebook
Twitter
LinkedIn

Sei pronto per iniziare?

Compila il form qui sotto con i tuoi dati. Ti contatteremo noi.

*Campi obbligatori